Come si fa la cremazione? 30/10/2019

Come si fa la cremazione?

La cremazione a Palermo è eseguita nel forno crematorio del cimitero santa maria dei rotoli, o in un crematorio di altre città: Messina; la casa funebre nunzio trinca di palermo offre servizi di cremazione e documentazione per cremazione, e preparare il corpo alla disposizione finale.

Quanto tempo occorre per una cremazione?

In questo processo, il cadavere viene posto in una camera di cremazione e sottoposto a calore estremo e fiamma diretta in modo da convertirlo in ceneri. Di solito ci vogliono circa due o tre ore , a seconda di fattori come il peso del corpo, il tipo di cofano funebre o contenitore in cui è collocato il corpo, la temperatura nella storta, ecc. Durante la cremazione, tuttavia, il corpo è ridotto a piccoli frammenti di resti scheletrici e di pezzi di ossa subito dopo l’incenerimento.

Cremazione Cimitero Rotoli Palermo

Pertanto, questi resti vengono lasciati raffreddare per qualche tempo prima che possa avvenire un’ulteriore elaborazione. Gli articoli metallici non consumati come protesi articolari, ponti, ferramenta e così via vengono separati dalla miscela, manualmente e con l’aiuto di un potente magnete.

Infine, questi resti cremati vengono ulteriormente polverizzati in una polvere fine di consistenza uniforme e non identificabile. Le cremaine vengono quindi poste in un contenitore temporaneo o in un’urna per cremazione e consegnate alla famiglia per lo smaltimento finale.

La dispersione delle ceneri è possibile?

Le ceneri di cremazione possono essere sparse, sepolte nel terreno o fatte disperse in acqua . Nel caso in cui il corpo cremato debba essere seppellito in un loculo, una tomba, ecc., Potresti considerare di evitare il processo di polverizzazione dei frammenti ossei.

Preparativi per una cremazione

Ci sono alcuni prerequisiti associati alla cremazione perché è un processo irreversibile . Ad esempio, è necessario disporre di un certificato di morte del defunto e ottenere l’autorizzazione del medico legale .

Inoltre, è essenziale ottenere un modulo di autorizzazione della cremazione completato e firmato dal parente più prossimo. Poiché è impossibile determinare la causa della morte dopo la cremazione, alcune salme hanno anche un periodo di attesa fino a 24 o 48 ore dalla morte.

In alcune ci sono requisiti specifici riguardanti la bara o il contenitore utilizzati per la cremazione. In generale, si consiglia di optare per quelli che sono preparati con materiali combustibili e resistenti alla perdita di fluidi corporei.

Inoltre, i contenitori per la cremazione dovrebbero essere abbastanza robusti da fornire protezione agli operatori della cremazione impegnati nella gestione del forno crematorio.

Inoltre, se il defunto aveva un pacemaker cardiaco , si consiglia di rimuovere il dispositivo prima della cremazione perché potrebbe esplodere e causare danni all’inceneritore e ferire il personale operativo.

Inoltre, i pacemaker contengono mercurio che, se rilasciato nell’atmosfera, può rivelarsi dannoso. Anche gli impianti terapeutici radioattivi dovrebbero essere rimossi.

Inoltre, poiché gli oggetti metallici vengono danneggiati e rotti durante il processo di cremazione, è meglio rimuovere in anticipo preziosi gioielli .

Per ragioni pratiche, religiose o spirituali, i parenti e i rappresentanti del defunto possono chiedere di assistere alla cremazione. Pertanto, la maggior parte dei forni di servizi di onoranze funebri per la cremazione prende accordi per questo servizio quando richiesto.

risorse:

[DOC]  richiesta cremazione comune di palermo

[DOC]  consenso cremazione  (da allegare al modulo della richiesta)

[DOC]  dichiarazione parenti per cremazione

regolamenti:

Disciplina attività funerarie, cremazione e della conservazione o dispersione delle ceneri 

testo coordinato regolamento cimiteriale – Servizi Cimiteriali Palermo

Wikipedia, cremazione

Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.